UN PROGETTO PARTECIPATIVO PRESSO IL LATENIUM !

Noi tutti intratteniamo un legame particolare con il nostro patrimonio culturale.
Il progetto partecipativo Émotions patrimoniales – l’archéologie suisse dans la mémoire visuelle collective ha come scopo quello di mettere in luce questo legame.

"Émotions patrimoniales"

Émotions patrimoniales è un progetto di comunicazione scientifica finanziato dal Fondo Nazionale Svizzero per la ricerca scientifica.

Una raccolta d’immagini, effettuata in tutta la Svizzera, permetterà la realizzazione di una mostra di fotografie amatoriali nelle quali voi, i vostri amici o i vostri famigliari vi mostrate in scena davanti al patrimonio archeologico svizzero.

Queste immagini saranno accompagnate dalle vostre testimonianze legate ai ricordi riguardanti il momento in cui questi scatti sono stati realizzati e il loro ruolo nella vostra storia personale.

Questa mostra sarà dunque la vostra mostra ! Metterà in scena i frutti di questa raccolta e le storie che li accompagnano. Presentata da maggio 2019 a gennaio 2020 presso il Laténium, sarà accompagnata da numerose e variegate manifestazioni partecipative.

PERCHE’ PARTECIPARE?

Invitando il più grande numero possibile di persone a partecipare a questa raccolta, vogliamo incoraggiare un dialogo duraturo tra gli archeologi – responsabili della salvaguardia e della valorizzazione del patrimonio – e il pubblico che ne è in definitiva il proprietario ultimo. Il vostro attaccamento a questo patrimonio costituisce una delle ragioni d’essere dell’archeologia. In questo senso, le vostre percezioni personali saranno al centro delle nostre preoccupazioni.

FOTOGRAFIE, PATRIMONIO ED EMOZIONI

La fotografia amatoriale svela un punto di vista sul patrimonio che va oltre l’ambito scientifico. Ci ricorda che questo patrimonio non esisterebbe senza la sua appropriazione da parte di ognuno di noi. Alcune delle nostre storie intime, famigliari, collettive si svolgono in un contesto di patrimonio culturale : attorno a monumenti storici, in chiese antiche… Questi luoghi, fissati dallo scatto fotografico, permettono di svelare una memoria e delle esperienze condivise. Le fotografie che hanno immortalato questi momenti divengono così quello che abbiamo definito le « emozioni patrimoniali » .